Unirsi fra donne è vitale

Print Friendly, PDF & Email


Noi donne siamo principio di vita.
Sta a noi innanzitutto prenderne coscienza indirizzando al meglio le nostre potenzialità e capacità, tanto sentimentali quanto pratiche, di cura, di educazione, di crescita che si sono espresse anche in questa difficile fase pandemica. Le qualità femminili sono sfruttate e allo stesso tempo
negate da più di 5000 anni dal patriarcato sotto forma di stati, chiese e maschilismo diffuso.
Oggi nuove orrende ideologie antiumane e antifemminili, le pseudo-teorie “queer”, si fanno strada nei parlamenti, nelle accademie e via internet: negano l’esistenza stessa del genere femminile, vogliono impedire di definirci donne, ci etichettano come “corpi mestruanti”. Difendere l’identità della specie umana e dei generi da questi attacchi è indispensabile per ricercare una vita più degna, più libera, più felice.
La solidarietà fra le donne può salvare la vita.
Possiamo affermare la vita e difenderci dalla violenza maschile se impariamo anche a prevenire le situazioni di rischio, se siamo prudenti e pazienti nello scegliere di chi innamorarci o con chi vivere, se pensiamo di più assieme come spostarci nei luoghi dove viviamo, se impariamo
a fare attenzione, a guardarci negli occhi, ad ascoltarci, a metterci in guardia, a sostenerci, a volerci bene.
L’unione fra le donne migliora la vita di tutti.
Incontriamoci, conosciamoci, miglioriamo le nostre relazioni, uniamoci superando divisioni e competizione: ne gioveremo noi e tutte le persone che ci stanno attorno, le bimbe e i bimbi, le persone anziane e gli uomini che possono cambiare in meglio. Assieme possiamo cominciare a immaginare e dare vita ad una convivenza pacifica e benefica a misura dei nostri sogni superando l’estraneità e l’isolamento.
Cominciamo fin da subito incontrandoci nelle piazze e dando vita ad un’8 marzo speciale, nostro, colorato e creativo, costruendo i collettivi Dipende Da noi Donne come ambiti stabili di solidarietà femminile frutto del nostro protagonismo.

Appuntamenti per l ‘8 marzo

  • Napoli: sabato 6 marzo presidio dalle ore 15.30 alle 17.30 in piazza Dante;
  • Firenze: domenica 7 marzo incontro-presidio dalle ore 16.00 in piazza San
    Lorenzo;
  • Pontassieve: sabato 6 marzo presidio dalle ore 16 in piazza Cairoli;
  • Torino: sabato 6 marzo dalle ore 10.30 presidio al Parco della Tesoreria (ingresso corso Francia, 186);
  • Genova: sabato 13 marzo presidio dalle ore 16.00 in piazza San Lorenzo;
  • Milano: sabato 6 marzo presidio dalle ore 16.00 in piazza Mercanti.
  • Roma: domenica 7 marzo ore 14,30 Piazza San Giovanni;
  • Bologna: sabato 6 marzo dalle ore 16 alle 18 in piazza XX Settembre;
  • Palermo: sabato 6 marzo, ore 16.30 in Piazza Verdi