A metà dicembre il governo austriaco ha presentato un pacchetto di misure anti-terrorismo. Accompagnati dai toni da crociata del cancelliere Kurz contro “l’Islam politico”, i provvedimenti sono stati presentati come diretti contro  l’”estremismo per motivi religiosi”. Come denunciato da molte organizzazioni antirazziste e solidali, da “Pax Christi” e persino dal Vaticano, è evidente l’intento di prendere a pretesto gli atti terroristici compiuti da settori dell’islamismo jihadista, qaedista o filo-Isis (come l’attentato alla Sinagoga di Vienna del 3 novembre scorso) per criminalizzare tout-court le persone musulmane in quanto tali.  Nel frattempo in Germania, come già scritto su queste pagine, è entrato in vigore dal 1° gennaio l’odiosa normativa che introduce l’espulsione diretta per i reati di terrorismo compiuti da stranieri sul suoloLeggi Tutto

Per la democrazia decadente continua a piovere sul bagnato. Mark Rutte, secondo solo ad Angela Merkel in quanto a longevità al governo con i suoi dieci anni di premierato alle spalle, è stato costretto a dimettersi bruscamente a metà gennaio.  Il motivo? Lo scandalo vergognoso degli assegni per i minori che ha visto i funzionari del fisco accusare circa 20mila famiglie di aver intascato senza diritto gli assegni per i minori costringendo migliaia di persone ad indebitarsi per rimborsare le indennità. L’imputazione di frode alle famiglie si è rivelata totalmente falsa e ha messo davanti agli occhi di tutti la natura estorsiva dello stato democratico che, come milioni di cittadini-sudditi nei più diversi paesi, conosciamo tutti molto bene e di fronteLeggi Tutto

Durante un’operazione anti-droga, la polizia austriaca ha sequestrato decine di armi automatiche e semiautomatiche e centinaia di migliaia di munizioni destinate a settori dell’estrema destra neonazista tedesca ramificati in varie zone, dalla Baviera alla Renania del Nord-Vestfalia. Voci e sospetti su milizie neonazi impegnate in esercitazioni militari clandestine circolano ormai da parecchi anni e la scoperta di questo gigantesco arsenale frutto di un losco traffico dalle finalità inequivocabili dimostra quanto il pericolo di un riarmo della peste bruna sia una minaccia reale da non sottovalutare in nessun modo. Achtung, quindi! I neonazi hanno commesso recentemente svariati crimini in Germania, dalla selvaggia caccia all’immigrato a Chemnitz all’attentato alla sinagoga di Halle fino alla strage di Hanau nel febbraio di quest’anno, ma puntanoLeggi Tutto

Ci sono state nelle ultime settimane manifestazioni in varie città tedesche – le più significative a Stoccarda e a Berlino l’8 maggio con la partecipazione di migliaia di persone – convocate in nome della “difesa della Costituzione” contro la politica di restrizioni della libertà di movimento adottate dal governo di Angela Merkel. Queste proteste sono nate per iniziativa di intellettuali e riviste della sinistra “critica” che hanno una certa eco sul web con le loro teorie complottiste che presentano il Covid 19 come una montatura colossale da parte dei governi europei per controllare e reprimere le società e di Bill Gates per propinarci un vaccino su cui fare miliardi. Schierati con Putin e con la dittatura statale cinese quali “baluardi antagonisti”Leggi Tutto